Perché avvicinarsi alla cosmesi ecobio?


PrimoBio, lo shop ufficiale di Biomakeup

Buongiorno ragazze!

Una gran parte delle e-mails che ricevo è scritta da donne e ragazze che si sono appena approcciate al mondo della cosmesi ecobio e desiderano ottenere consigli sui primi prodotti da acquistare e sui benefici del passaggio a questa particolare categoria cosmetica.

Mi è venuto in mente quindi di redigere un semplice articolo dedicato proprio a questi due argomenti per soddisfare le esigenze di coloro che ancora non conoscono bene la cosmesi ecobio e desiderano consigli specifici per iniziare ad avvicinarsi a questo mondo.

Non è sicuramente semplice racchiudere in un articolo un argomento a mio parere così vasto, tuttavia cercherò di venire subito al dunque ed essere quanto più sintetica possibile. Al termine dell’articolo vi lascerò dei link ad altri post che potrebbero tornarvi utili se siete alle prime conoscenze con la cosmesi eco bio e volete approfondire tematiche specifiche.

Personalmente mi sono avvicinata alla cosmesi ecobio proprio per caso, appena scoperto questo mondo non conoscevo nemmeno la differenza tra un cosmetico tradizionale, uno naturale ed uno eco biologico. Sono circa quattro anni ormai che ho iniziato a conoscere la cosmesi ecobio ed è stata tutta una strada in salita, fatta di grandi scoperte, stupori ed enormi benefici per la mia pelle ed i miei capelli.

Quando si diventa consapevoli della differenza tra un cosmetico tradizionale (solitamente pieno di ingredienti chimici di scarsa qualità e ad alto potere inquinante) ed uno ecobio si resta estremamente sbalordite. Non si riesce a credere al fatto che per anni ci si è spalmate sulla pelle e sui capelli prodotti che anziché curare i nostri inestetismi non hanno fatto altro che peggiorarli, facendoci spendere soldi inutilmente e demoralizzandoci al punto di credere che non esiste via d’uscita per le imperfezioni della nostra pelle e dei nostri capelli. Si resta sbalordite soprattutto quando ci si rende conto davvero che un prodotto fino a quel momento considerato sicuro ed affidabile è in realtà pieno d’ingredienti di dubbia sicurezza e scarsissima qualità. E soprattutto ci si rende conto che non è la marca a fare la differenza: spesso anche i cosmetici più costosi e rinomati contengono gli stessi ingredienti di quelli low-cost, con la sola differenza che siamo noi a crederli più validi.

Passo dopo passo però si iniziano a fare delle piacevoli scoperte e sfatare falsi miti. Non c’è cosa più bella di scoprire che la Natura, con i suoi semplici rimedi può aiutare moltissimo la nostra pelle ed i nostri capelli facendoci ritrovare una bellezza mai raggiunta prima. Personalmente non ho mai visto i miei capelli così belli come adesso, senza doppie punte né effetto crespo. E la mia pelle, inizialmente acneica è divenuta molto più bella e libera dalle imperfezioni. Certo non è stato un passaggio né semplice né veloce, però il risultato ripaga tutte le fatiche e adesso mi sento decisamente più sicura di me al punto che spesso esco senza truccarmi e questo non mi fa affatto sentire a disagio.

Il primo elemento da tenere in considerazione quando si passa all’ecobio è iniziare ad ascoltare le esigenze della propria pelle e dei propri capelli, costantemente in evoluzione e cambiamento. Quando mi viene chiesto come passare alla cosmesi ecobio è il primo consiglio che lascio, perché non c’è cosa più importante che imparare a conoscere le proprie esigenze ed i rimedi per fronteggiarle.

Il secondo elemento da tenere in considerazione è sicuramente il rispetto per gli animali e l’ambiente. Non è assolutamente giusto buttare direttamente la propria crema perché non ecobio perché questo gesto oltre a contribuire ad inquinare ancor più l’ambiente, non è rispettoso nei confronti degli animali sacrificati per quel prodotto. I test sugli animali attualmente sono vietati per la cosmesi però i prodotti storici, già presenti da innumerevoli anni sul mercato sono ancora rivenduti seppur a tempo di creazione realizzati mediante il sacrificio di cavie ed altri animali. L’idea migliore è quella di regalare quel cosmetico ad un’amica che magari lo comprerebbe di tasca sua, impegnandosi poi a spiegarle il passaggio che si sta facendo verso una cosmesi più pulita.

Non è assolutamente vero che la cosmesi ecobio costa di più di quella tradizionale: fortunatamente oggi si trovano molti prodotti ad INCI verde di brand differenti, proposti in varie fasce di prezzo avvicinabili da tutte le tasche. Ed inoltre i cosmetici ecobio hanno il grande pregio d’essere molto versatili, ideali per diverse funzioni ed utilizzi. Presto realizzerò diversi articoli dedicati ai prodotti must-have per iniziare ad avvicinarsi alla cosmesi ecobio nella speranza che possiate trovarli utili ed interessanti.

 

Ecobio

 

Quando ci si approccia al mondo della cosmesi ecobio viene sicuramente da chiedersi perché cambiare le proprie routine. In realtà non mi è difficile elencarvi tutti i benefici che ne ricaverete: sono moltissimi e davvero evidenti. I principali riguardano la soluzione alle principali problematiche della pelle e dei capelli. Eccone alcuni:

  • Le principali imperfezioni cutanee (acne, pori dilatati, punti neri, comedoni, grani di miglio, rughe, disidratazione cutanea, ipersensibilità cutanea, pelle lucida e grassa, labbra secche, smagliature, pruriti e fastidi) sono in massima parte causate dall’utilizzo di prodotti contenenti ingredienti d’origine petrolchimica. Per scoprire se il proprio prodotto cosmetico contiene questi ingredienti è sufficiente ricercare nell’INCI (lista degli ingredienti apposta sull’etichetta del prodotto o sulla confezione in cartoncino esterno) le seguenti diciture: paraffinum liquidum, petrolatum, mineral oil, cera microcristallina, ciclopentasiloxane, dimethicone, ciclohexasiloxane e similari. Queste sostanze occludono i pori della pelle e la disidratano, formando spesso le imperfezioni descritte. I prodotti ecobio invece, non contenendoli aiutano la pelle a respirare e la curano in profondità attraverso miscele d’ingredienti vegetali;
  • Le doppie punte, i capelli secchi, l’effetto crespo, i nodi, la forfora, l’eccesso di sebo ed i capelli grassi sono in massima parte causati dall’utilizzo di prodotti contenenti ingredienti molto aggressivi per la chioma. Per quanto riguarda gli shampoo è frequente trovarne in commercio aventi nel proprio INCI ingredienti schiumogeni e detergenti molto aggressivi che sensibilizzano il cuoio capelluto portandolo alla disidratazione, alla desquamazione (forfora e pruriti) o alla eccessiva produzione di sebo che sporca i capelli in fretta e li rende grassi. Questi ingredienti si possono trovare nell’INCI con le seguenti sigle: Sodium Lauryl Sulfate, Sodium Laureth Sulfate, Cocamide. Per completare l’opera spesso le grandi case produttrici di prodotti per capelli aggiungono ai loro balsami, maschere, oli e trattamenti gli ingredienti d’origine petrolchimica citati nel punto precedente. Questo perché in tal modo il prodotto diventa soffice da applicare, setoso al tatto e nell’immediato fornisce una sensazione di capelli districati e nutriti. In realtà è proprio il prodotto che alimenta il danno, costringendo il consumatore inconsapevole a ricomprarlo all’infinito;
  • Oltre a non alimentare i danni a cute e capelli, i prodotti ecobio (se scelti nel modo corretto) svolgono un’importante funzione curativa dell’inestetismo. In poche parole voi comprate il prodotto, curate il problema e non dovete più continuare a comprare quella referenza. Questo perché i prodotti ecobio sono realmente efficaci, idratanti e curativi, benefici per pelle e capelli. Non è normale continuare a comprare un balsamo labbra perché “si hanno le labbra secche”. Se non funziona è perché è fatto con ingredienti di scarsa qualità ed è lui stesso ad alimentare il problema anche se nell’immediato sembra risolverlo;
  • Oltre a far bene al nostro organismo, i prodotti ecobio riducono l’inquinamento ambientale e sono in massima parte cruelty-free ovvero non testati sugli animali;
  • La maggior parte dei prodotti ecobio gode di certificazioni specifiche che tutelano il consumatore garantendo l’assoluta naturalità e sicurezza della formula.
  • I cosmetici ecobio sono trasparenti con il consumatore perché lo informano esattamente in merito agli ingredienti contenuti nelle varie formulazioni, in modo chiaro e facile da comprendere;

Anche se all’inizio può apparire difficoltoso, informatevi e vi renderete conto del fatto che è realmente possibile avere una bella pelle ed una chioma sana: il segreto è affidarsi alla cosmesi ecobio. Imparerete a conoscere il vostro corpo e prendervi cura di voi sentendovi soddisfatte e realmente consapevoli.

Spero che quest’articolo vi sia stato utile!

Se desiderate approfondire l’argomento eccovi alcuni articoli che possono tornarvi utili. Non ho scritto solo questi elencati, gli altri cercateli voi qui su Biomakeup seguendo i vostri interessi:

LA MIA ESPERIENZA DI PASSAGGIO ALLA COSMESI ECO-BIO

TROUSSE MAKE UP BIOLOGICO COMPLETA CON 30 EURO

FONDOTINTA SENZA SILICONI DA PROFUMERIA E SUPERMERCATO

COME COMBATTERE L’EFFETTO CRESPO E LE DOPPIE PUNTE

I DUPES ECO BIO DEI ROSSETTI MAC COSMETICS

Non dimenticate di condividere quest’articolo se vi è piaciuto: basta cliccare sui pulsanti qui sotto! E se desiderate chiedermi consigli specifici non esitate a contattarmi: debyvany91@biomakeup.it. Sarò felice d’aiutarvi!

Un bacio,

DebyVany91

 

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo con i tuoi amici! Grazie.





Lasciami un tuo commento



Perché avvicinarsi alla cosmesi ecobio?

di Debyvany91 Tempo di lettura: 6 min
0
Make up bio... la natura sulla pelle!