Fondotinta PuroBio: review super dettagliata!


PrimoBio, lo shop ufficiale di Biomakeup

In tantissime so che stavate aspettando un articolo dedicato al Fondotinta PuroBio che sto testando da un bel po’ e di cui io stessa non vedevo l’ora di scrivervi la review, quindi eccoci qui per parlarne insieme!

Inizio subito col dirvi che il Fondotinta PuroBio è uno dei fondotinta bio a più alta performance che io abbia mai testato. Nel corso del tempo ho testato tantissimi fondotinta eco bio (e presto voglio farvi un articolo mettendoveli a confronto): varie fasce di prezzo e varie performance, ma questa novità PuroBio le batte proprio tutte ed è per questo che mi sta piacendo moltissimo!

Fondotinta PuroBio: cos’è e come si presenta!

Il Fondotinta PuroBio è un fondotinta liquido, senza siliconi, petrolati, parabeni, conservanti sintetici e glutine. È un fondotinta eco bio certificato CCPB, Vegan Ok e Nichel Tested.

La texture è tra il liquido ed il cremoso, non troppo “acquosa” da scivolar via e rapida ad asciugare sul viso.

Il fondotinta PuroBio è uno dei rari prodotti che risulta davvero adatto a tutti i tipi di pelle, ovviamente con delle piccole accortezze che vedremo ora insieme.

Essendo un fondotinta molto asciutto e per nulla grasso, sulla pelle secca è indispensabile, secondo me, una precedente applicazione della crema viso (o meglio ancora di crema viso + primer specifico per la pelle secca). Io (come ormai saprete benissimo) da quando sono rimasta incinta ed ho poi dato alla luce il mio bambino, ho una pelle molto secca e sensibile. Quindi, usando questo fondotinta preferisco sempre applicare la crema precedentemente perché trovo che in questo modo l’applicazione risulti molto facilitata ed il prodotto riesca ad espletare al meglio le sue proprietà!

Sulla pelle mista-grassa questo prodotto può andar bene anche senza crema viso sotto perché comunque è molto asciutto e risulta “leggero” come sensazione d’applicazione sulla pelle (la coprenza invece è alta), pur essendo eco bio. Ovviamente però se ci applicate un primer senza siliconi per la pelle grassa, dura ancor meglio sulla pelle ed il risultato è ancor più professionale.

Sulla pelle acneica, vale lo stesso discorso della pelle grassa, anche se in questo caso trovo che il primer sia ancor più importante per “appianare” le irregolarità della superficie cutanea e rendere la pelle all’apparenza più levigata e uniforme. Essendo senza siliconi, il primer PuroBio è l’accoppiata perfetta (ovviamente, avendolo fatto loro, lo hanno pensato proprio per accoppiarlo al loro fondotinta).

 

fondontinta_purobio

 

INCI Fondotinta PuroBio

Il Fondotinta PuroBio come vi dicevo è formulato senza siliconi, petrolati e parabeni.

Il suo essere così performante è dato senza dubbio dall’elevata presenza di Silica, ingrediente che non è un silicone e che assicura una performance elevatissima ai prodotti di make up in cui è inserito. Se volete scoprirne di più sulla Silica, vi rimando all’articolo che vi ho dedicato e che potete leggere cliccando sulla parola stessa.

Altro aspetto positivo di questo fondotinta è che l’acqua è stata sostituita con Idrolato di Salvia che è un ingrediente ottimo per la pelle e ricco di proprietà. L’Idrolato di Salvia è astringente, purificante e disinfettante. Aiuta a tenere sotto controllo il sebo della pelle grassa, disinfetta e riduce l’acne e astringe i pori dilatati. È proprio una bella pensata, averlo inserito in un prodotto che può rivolgersi alla pelle grassa-acneica perché rende il fondotinta un trattamento per la pelle oltre che un semplice prodotto di make up!

Ci sono pochi oli in questo fondotinta e tutti bilanciati per renderlo non comedogeno e perfetto quindi anche su una pelle grassa, seborroica o acneica. La Silica e l’Amido di Mais alleggeriscono ulteriormente la texture del prodotto finito, rendendolo asciutto e piacevole anche durante il passare delle ore!

inci_fondotinta_purobio

 

Review Fondotinta PuroBio!

Eccoci finalmente alla mia opinione su questo fondotinta!

Lo sto testando da un bel po’ ormai, alternandolo a quello Nvey Eco che è il secondo che al momento ho aperto.

La mia opinione su questo fondotinta è molto positiva.

Applicando la crema sotto, non sento affatto tirare la pelle e questo secondo me è il “segreto” se avete una pelle secca: applicatelo sempre con la crema e lavoratelo abbastanza in fretta per un effetto omogeneo. Questo è sicuramente un fondotinta molto coprente, io adesso fortunatamente (ad eccezione delle occhiaie e sporadiche macchiette post-ciclo) non ho bisogno di tutta questa coprenza sul viso, ma apprezzo moltissimo l’effetto “annulla pori” che questo fondotinta ha. Vi assicuro che non ha proprio nulla da invidiare ai fondotinta siliconici professionali in quanto a performance (ad esempio quelli Makeup Forever per farvi un paragone). Si fissa benissimo, da un effetto “pelle perfetta” e soprattutto non fa male alla pelle e per l’INCI che ha, sentitevi sicure di usarlo anche tutti i giorni se avete bisogno di coprenza.

Lo trovo meno idratante del fondotinta Nvey Eco e più “annulla pori”. Nonostante abbiano due costi molto diversi, fidatevi che questo PuroBio è ben più economico rispetto al suo effettivo valore. Spesso sento frasi come “se costa poco allora non vale come quel che costa molto”, ma non è così: ogni prodotto è a sé e questo fondotinta PuroBio ha un prezzo davvero onestissimo rispetto alla sua alta resa sulla pelle!

Per farvi un secondo paragone con un fondotinta che ho molto amato in passato, eccovi alcuni confronti con il fondotinta Liquidflora. Sono due prodotti che si rivolgono a “target” completamente diversi: il fondotinta Liquidflora è molto più idratante e a livello di INCI più pensato per svolgere un trattamento su pelli mature o in procinto di divenire tali. Il fondotinta PuroBio è invece la soluzione perfetta per chi ama truccarsi e ottenere risultati professionali, anche se ha la pelle problematica! Davvero mi domando, dopo averlo conosciuto, come ci possa essere ancora chi usa i siliconi dicendo che hanno performance “più alte” delle formule eco bio!! Forse valeva per il passato, ma oggi che PuroBio è riuscita a creare dei cosmetici moderni e funzionali, il gioco non regge più e si può davvero iniziare a pensare di prendersi cura della propria pelle finché ci abbelliamo con il make up!

Ultima cosa, ma non meno importante: ottima la scelta delle colorazioni, sono tantissime ed è raro nei prodotti eco bio di make up avere così tanta scelta. Io uso la n.2 su tutto il viso (per tutti gli altri fondotinta normalmente uso la n.1, ma nel caso del fondotinta PuroBio il tono n.2 è il più adatto a me!) e piccolo suggerimento: la n.5 per contrastare il violaceo delle occhiaie (sotto al tono n.2 e usato come sostituto del correttore) è fantastica. Provateci!!

Spero che questa review vi sia stata utile: l’ho fatta il più dettagliata possibile per rispondere a quante più domande poteste avere su questo prodotto.

Se però avete delle altre curiosità o domande, sentitevi libere di scrivermele: debyvany91@biomakeup.it

E se invece siete negozianti, eccovi tutte le info per diventare anche voi rivenditori di PuroBio, sul loro sito ufficiale: http://www.purobiocosmetics.it/

Sarò felice di rispondervi!

Vi ricordo che PuroBio è disponibile anche nel nostro shop online: è davvero un’ottima linea e non poteva mancare!

Vi mando un bacio e a prestissimo,

Deborah

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo con i tuoi amici! Grazie.





Lasciami un tuo commento



Fondotinta PuroBio: review super dettagliata!

di Debyvany91 Tempo di lettura: 5 min
7
Make up bio... la natura sulla pelle!