Come ho scoperto la cosmesi eco bio!


PrimoBio, lo shop ufficiale di Biomakeup

Come ho scoperto la cosmesi eco bio!

Quando mi scrivete via e-mail molto spesso mi chiedete di parlarvi del modo in cui io mi sono avvicinata all’eco bio e soprattutto come l’ho scoperto.

Voglio quindi raccontarvi oggi la storia di come mi sono appassionata a questo mondo, rispondendo alle vostre domande sul perché ho aperto Biomakeup e parlandovi di come io quotidianamente vivo eco bio e cerco di trasmetterlo nelle cose che faccio. In quest’articolo vi dirò anche perché secondo me, ogni persona dovrebbe utilizzare cosmetici naturali ed ecologici nella sua vita e nella sua famiglia, basandomi sulle esperienze che ho fatto io e sulle mie considerazioni a riguardo.

Sarà un post piuttosto lungo, lo immagino già, quindi vi consiglio di mettervi comode e con una bella spremuta d’arancia iniziare subito la lettura!

 

cosmesi_eco_bio

 

Verso la fine del 2009 ho iniziato ad appassionarmi al mondo del make up, scoprendo il mondo di Youtube e dei tutorial. Fino a quel momento non mi ero mai curata moltissimo del make up, io e mia mamma utilizzavamo pochi trucchi e tutti di marchi da profumeria. Non avevo assolutamente idea del fatto che esistessero differenze tra un fondotinta e l’altro, usavo sempre gli stessi e in rare occasioni speciali. Il mio trucco era molto minimal: poco fondotinta e matita nera in qualsiasi situazione! Andavo ancora a scuola e quindi ovviamente non mi truccavo in modo esagerato (caratteristica che non mi è mai appartenuta comunque) e nella mia cerchia di amicizie il make up non era considerato molto importante.

Quando ho scoperto Youtube ed il make up mi si è aperto un mondo: attraversavo una fase di vita un po’ complicata perché ero agli sgoccioli di una relazione sentimentale tormentata in cui mi sentivo in gabbia ed il trucco è diventato un modo creativo di staccare la spina e immergermi nella creatività. Ho iniziato quindi ad utilizzare sempre più prodotti di make up, su una pelle che non era abituata e che nel giro di alcuni mesi ha iniziato a mostrarsi sempre più impura e problematica.

Ho scoperto l’eco bio per purissimo caso: mi sono imbattuta in un video Youtube in cui si parlava di due famosissime marche cosmetiche (i cui prodotti sono notoriamente pieni zeppi di paraffina e siliconi) e ho iniziato a capire che esisteva un vastissimo mondo inespresso, per me fino a quel momento: la lettura dell’INCI! L’etichetta dei cosmetici decretava una differenza abissale nella qualità dei vari prodotti, fattore che in precedenza avevo ritenuto attribuibile solo al prezzo e alla casa produttrice.

Il primo prodotto eco bio in cui mi sono imbattuta e che ricordo ancora con molto piacere è stato l’Aloeschiuma di Bioearth, per la pulizia del viso! Da allora ne è passato di tempo, ho provato tantissimi prodotti e brand diversi e ho imparato tantissime cose, non solo per quel che riguarda la lettura dell’INCI ma anche proprio sui singoli ingredienti e sulle loro proprietà. La cosa che però più ho imparato e maggiormente mi ha dato soddisfazione è stato interpretare le esigenze della mia pelle, sapendole fornire esattamente quel di cui ha bisogno e nulla di più. Molto spesso si tende a passare dalla cosmesi tradizionale a quella eco bio senza tener conto di una cosa semplicissima ovvero che la pelle ha anche bisogno di respirare e proprio per questo è bene cercare di usare il minor numero possibile di cosmetici per migliorarla e/o abbellirla.

Il mio avvicinamento alla cosmesi eco bio è stato graduale: non ho mai voluto il “tutto e subito”, ho fatto un passo alla volta ed ora posso dire assolutamente che non tornerei più indietro. Mi sono resa conto che la maggior parte dei problemi della mia pelle e dei miei capelli erano causati dall’utilizzo di prodotti pieni d’ingredienti chimici e sintetici, incapaci d’apportare nutrimento, protezione e beneficio al mio corpo. Ed è un po’ lo stesso discorso che trovo giusto applicare all’alimentazione: si nota una grande differenza nel grado di energia e benessere quando ci si inizia ad alimentare privilegiando cibi poco raffinati, genuini ed il più possibile naturali. Ascoltare il proprio corpo è la cosa che più ho imparato a fare con l’eco bio ed è una consapevolezza che mi porterò dietro per sempre, in tanti ambiti di vita e non solo per la salute di pelle e capelli.

Gradualmente ho eliminato tutti i prodotti non eco bio dalla mia skin care ed hair care: come vi ho raccontato più nel dettaglio nella mia esperienza di passaggio all’eco bio, è stato un processo per prove ed errori perché ancora non conoscevo esattamente come dall’INCI di un cosmetico se ne potessero dedurre tutte le sue proprietà. Smaltire i siliconi all’inizio può apparire impegnativo, ma sicuramente dona moltissime gratificazioni e soddisfazioni! Finalmente, una volta che sono passata al solo uso di cosmetici eco biologici la mia pelle e i miei capelli sono migliorati moltissimo: pensa che questa mattina mi sono truccata soltanto con un filo di correttore per illuminare lo sguardo, un po’ di blush, la matita ed il mascara! E questo perché la mia pelle è completamente guarita dall’acne (ti lascio qui l’articolo in cui racconto la mia esperienza sul come eliminare i brufoli con l’eco bio). Anche i miei capelli sono migliorati molto: l’eco bio è la strada migliore per eliminare le doppie punte e l’effetto crespo!

Io sono convinta che tutto quel che utilizziamo sulla nostra pelle e più in generale sul nostro corpo, prima o poi ci presenterà il conto: scegliere prodotti eco bio è importante prima di tutto per la propria salute ed al contempo perché ognuno di noi con i suoi piccoli gesti quotidiani deve iniziare a responsabilizzarsi e tutelare l’ambiente. Ci sono tanti buoni motivi per passare all’eco bio e prima di tutto per sé stessi e per tutelare l’ambiente. L’aria che respiriamo e la terra da cui provengono le cose che mangiamo, è continuamente messa a dura prova dal nostro modo di esistere. Siamo gli unici esseri al mondo che distruggono il proprio habitat al mero scopo d’arricchirsi. E anche con la nostra pelle ed il nostro corpo non siamo più gentili.

Vivere eco bio per me significa cercare d’impegnarmi per minimizzare l’impatto ambientale e salutare di ciò che faccio: mangiando e comprando meglio!

Cercare di migliorarsi è un passo importante che procura moltissime soddisfazioni e farlo sapendo di poterlo trasmettere ad altri è ancor più soddisfacente.

Come è nato Biomakeup

 

biomakeup

 

Il percorso che ho iniziato scoprendo l’eco bio è stato sin dall’inizio sempre spinto dal desiderio di condivisione e di comunicazione alle altre persone di cosa effettivamente si stessero inconsapevolmente spalmando addosso e utilizzando sui loro bambini. Biomakeup è nato per questo, dapprima come blog piccolino ed ora in versione sempre più grande. Ha accompagnato e accompagna costantemente la mia crescita professionale e le mie scoperte in questo ambito: più studio e scopro, più mi informo e comprendo e più voglio condividere con voi, cercando di utilizzare un canale comunicativo quanto più chiaro, rilassante e immediato possibile.

Da blog è diventato sito, a cui ho iniziato a dedicare sempre più tempo e passione. Oggi è il mio lavoro, con una grandissima soddisfazione personale.  Nel corso del tempo sono cresciuta molto professionalmente, avendo occasioni di formarmi e confrontarmi con varie esperienze e persone importanti in questo settore. Ho lavorato a stretto contatto con diverse aziende e redazioni, prendendo parte a progetti editoriali e collaborativi di varia natura, sempre nell’ottica di diffondere l’eco bio in quante più case italiane possibili. Ora è nato anche PrimoBio, l’e-shop dove vi propongo i migliori prodotti in ambito della cosmesi eco bio che trovo e sperimento!

La prima sostenitrice di Biomakeup e dei miei progetti connessi a tutto questo è sempre stata la mia nonna, Rosetta, che ora non c’è più purtroppo da un anno e mezzo. Ricordo ancora quanto gioiva insieme a me per ogni mio traguardo, facendomi sempre i complimenti e credendo lei per prima in ogni mio progetto futuro, sicura che ce l’avrei fatta. Biomakeup è molto connesso a lei ed anche se ora non c’è più sono sicura che resterà sempre la sua prima fan!

Sono convinta che passare all’eco bio sia una trasformazione importante, che attraversa più livelli: proprio per questo è importante prendersi tutto il tempo del caso, informarsi, capire e iniziare a provare. Ormai l’essere eco bio e vivere così, è una caratteristica intrinseca del mio essere e sono felicissima che lo sia: sono sicura che se anche tu vorrai far parte di questo mondo non tornerai più indietro!

Spero che la storia del mio avvicinamento all’eco bio ti sia stata utile e ti abbia tenuto compagnia!

Aiutami ad avvicinare sempre più persone all’eco bio: condividi quest’articolo con un semplice click qui!

Se desideri chiedermi un consiglio per il tuo passaggio all’eco bio, scrivimi pure una e-mail e sarò felice di risponderti: debyvany91@biomakeup.it Se ancora non mi hai mai scritto potrebbe essere l’occasione buona per conoscerci e ricevere tanti utili consigli: ti risponderò con grande piacere!

E se sei nuova in quest’ambito e non sai da dove iniziare, ti lascio il link alla sezione ABC Eco Bio con tantissimi articoli utili e risposte alle tue domande!

Un bacio,

DebyVany91

 

 

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo con i tuoi amici! Grazie.





Lasciami un tuo commento



Come ho scoperto la cosmesi eco bio!

di Debyvany91 Tempo di lettura: 6 min
0
Make up bio... la natura sulla pelle!