Lavare i capelli senza shampoo: 5 metodi alternativi!


PrimoBio, lo shop ufficiale di Biomakeup

Nell’articolo di oggi desidero proporvi 5 metodi alternativi per lavare i capelli senza shampoo.

Sul Web sono molti i metodi di lavaggio alternativo, utilizzati per rinforzare la chioma: oggi vi presenterò quelli che ritengo più validi.

Personalmente consiglio l’utilizzo di questi metodi alternativi soltanto sulle chiome molto secche e aride. Se avete da poco abbandonato i siliconi, a mio parere questi metodi non fanno per voi perché la chioma ha bisogno d’essere districata dall’azione di uno shampoo. Per ottimizzare il risultato rinforzante per la chioma dato da questi metodi di lavaggio alternativo, consiglio l’uso in alternanza al proprio shampoo. Il mio consiglio è quello di usare uno di questi metodi alternativi, ogni 2 volte che vi siete fatte lo shampoo. Così ad esempio se siete solite a lavare i capelli il lunedì e il giovedì, farete una settimana di lavaggio tradizionale con il vostro shampoo eco bio preferito e sarà il lunedì della settimana successiva che proverete un metodo alternativo. Il giovedì rifarete lo shampoo e così via, conteggiando le volte.

Lavare i capelli senza shampoo: 5 metodi alternativi!

 

lavare i capelli senza shampoo

 

Dopo questa piccola premessa, eccoci pronte a scoprire i 5 più validi metodi alternativi per lavare i capelli senza shampoo:

Cowash – Lavare i capelli con il balsamo

Del Cowash avrete sicuramente sentito parlare quasi tutte. Questo metodo alternativo allo shampoo, consiste nel detergere cuoio capelluto e chioma con del balsamo eco bio a cui avrete addizionato dello zucchero. Tra i metodi di lavaggio alternativo, questo è uno dei più semplici da realizzare. Le dosi con cui io mi trovo bene attualmente sono di circa 1 cucchiaio di zucchero per ogni 2 cucchiai di balsamo utilizzato. Il Cowash rende i capelli nutriti e morbidissimi, contrasta l’effetto crespo ed è utile anche se soffrite di forfora da cute secca perché aiuta a rimuovere tutte le impurità, idratando il cuoio capelluto.

Lavaggio al Miele

Tra tutti i metodi di lavaggio alternativo, questo è uno dei più economici. Si realizza miscelando in un flacone circa 200 ml di infuso di Camomilla, 1 cucchiaio di Miele ed il succo di mezzo Limone. Questo liquido si utilizza sui capelli umidi, cercando di massaggiarlo delicatamente sul cuoio capelluto. Successivamente è obbligatorio l’uso di un balsamo o di una maschera, per terminare la pulizia delle lunghezze. Il vantaggio di questo metodo è particolarmente evidente in termini di volume e lucentezza. I capelli risultano leggerissimi, volumizzati e molto più lucenti dopo l’utilizzo.

Amla – Lavaggio con le erbe ayurvediche

Anche le erbe ayurvediche sono ottime per detergere il cuoio capelluto in sostituzione allo shampoo. L’Amla ad esempio contiene saponine, ovvero agenti detergenti naturali. È antibatterica quindi pulisce accuratamente il cuoio capelluto ed ha poteri condizionanti molto evidenti. Lavare i capelli con l’Amla è semplicissimo: basta preparare un impacco con questa erba polverizzata e dell’acqua tiepida. Applicato l’impacco sulla chioma umida e sul cuoio capelluto, si lascia agire per circa 20-30 minuti e poi si risciacqua con abbondante acqua tiepida. Volendo al proprio impacco è possibile aggiungere qualche goccia di olio essenziale per donare profumo ed ulteriori proprietà lucidanti (ottimo a tale scopo è l’Olio essenziale di Limone).

Shikakai – Lavaggio con le erbe ayurvediche

Anche lo Shikakai è un’ottima erba ayurvedica detergente. Rispetto allo shampoo, è molto più delicata ed è estremamente rinforzante per la chioma. Anche in questo caso è importante realizzare un impacco (seguendo il procedimento di quello descritto sopra per l’Amla). Anche lo Shikakai è condizionante, contrasta l’effetto crespo e stimola la sana crescita della chioma. Da provare soprattutto di ritorno dalle vacanze, quando i capelli sono sfibrati dal mare e dal sole.

Lavaggio con la Farina di Ceci

Questo metodo di lavaggio alternativo consiste nel preparare una cremina detergente a base di Farina di Ceci, acqua tiepida e olio essenziale di Lavanda. Le dosi per preparare questo detergente sono: 3 cucchiai di Farina di Ceci, mezzo bicchiere di acqua tiepida, 3 gocce di olio essenziale di Lavanda, 1 cucchiaio di olio di Cocco. Miscelando insieme questi ingredienti si ottiene un soffice detergente da massaggiare sulla chioma umida e risciacquare con acqua tiepida. I benefici di questo lavaggio sono che idrata e nutre profondamente i capelli, oltre a lasciarli setosi e profondamente ristrutturati. Consiglio di fare un ultimo risciacquo della chioma con una miscela di 100 ml di acqua a cui avrete aggiunto circa mezzo Limone spremuto. Il risultato sarà di chioma ancor più lucente, morbida e profumata.

Io spero che questo articolo vi sia stato utile e che proviate a riprodurre questi metodi di lavaggio alternativo. Lavare i capelli senza shampoo all’inizio può apparire strano, ma vi assicuro che se fatto nel modo giusto può donare estremo beneficio alla chioma!

Se conoscete altri metodi di lavaggio alternativo, lasciatemi un commento qui sotto: sono curiosa di scoprire cose nuove e ricevere i vostri consigli!

A presto,

Deborah

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo con i tuoi amici! Grazie.





Lasciami un tuo commento



Lavare i capelli senza shampoo: 5 metodi alternativi!

di Debyvany91 Tempo di lettura: 3 min
3
Make up bio... la natura sulla pelle!