Acqua micellare con buon INCI, da supermercato!

Acqua micellare con buon INCI, da supermercato!

Diverse settimane fa, finché facevo la spesa da Migross sono passata nel reparto cosmetica per dare un’occhiata agli INCI di alcuni prodotti (principalmente bagnoschiuma perché volevo farvi un articolo aggiornato, più qualche acqua micellare con buon INCI).

Di bagnoschiuma con buon INCI non ne ho trovato nessuno di nuovo rispetto a quelli che già vi avevo segnalato negli scorsi articoli sui prodotti da supermercato, ma ho trovato però due acque micellari il cui INCI è passabile e quindi ho deciso di provarle per farvi sapere cosa ne penso!

In quest’articolo, oltre a queste due acque micellari, vi parlerò di altri prodotti struccanti di cui ho letto l’INCI e vi posso dare la mia opinione a riguardo.

Acqua micellare con buon INCI & nuovi struccanti!

 

 

Le due acque micellari che ho trovato per questa review sono rispettivamente l’acqua micellare Lycia e l’acqua micellare Venus.

Io, come saprete, non sono una grande amante dell’acqua micellare: molte di quelle provate in passato (anche completamente eco bio) mi causavano bruciore agli occhi e una spiacevole sensazione di “pelle che tira” durante la detersione. In estate però (periodo del test), struccarsi con l’olio diventa più fastidioso ed oltre tutto so che molte di voi amano usare le acque micellari (molto dipende dal tipo di pelle!), per cui ho deciso di provarne due da supermercato e farvi avere la mia review.

L’INCI di entrambe non è idilliaco, ma accettabile considerando che sono prodotti da risciacquo che non vengono assorbiti dalla pelle tanto quanto una crema viso o uno struccante apposito per gli occhi.

L’acqua micellare Lycia ha alcuni estratti vegetali carini (in quantità ridottissime però). Come punti negativi sicuramente ci sono troppi conservanti che in una crema non avrei mai accettato, ma trattandosi appunto di un prodotto che permane poco sulla pelle, l’ho ritenuta passabile lo stesso. Purtroppo strucca davvero poco (io mi trucco pochissimo in questo periodo, però fatica anche a togliere quel poco di trucco che c’è sulla pelle) e quindi per questo non mi è piaciuta e non la ricomprerei.

L’acqua micellare Venus è ancor “meno” verde della Lycia perché funziona grazie ad un tensioattivo sintetico piuttosto potente. Quest’acqua micellare va bene se non riuscite a trovare nulla di meglio (al supermercato è difficile trovare struccanti con buon INCI ed al contempo economici). Non vi aspettate però un prodotto chissà quanto efficace: oltre a struccare non fa nulla perché l’INCI è ridotto all’osso (un po’ come la Lycia, con il vantaggio però che almeno questa Venus strucca davvero). Per rimuovere il trucco funziona molto bene, ho qualche dubbio però che una pelle particolarmente sensibile riesca a tollerarla. Io l’ho provata solo sul viso, perché ho gli occhi delicati ed altrimenti avrei quasi sicuramente provato bruciore.

Ottime invece queste acque micellari:

  • Acqua micellare Geomar BIO con Aloe Vera, certificata ECOCERT
  • Acqua micellare Phytorelax con Aloe Vera
  • Acqua micellare I Provenzali BIO con Rosa, certificata CCPB
  • Acqua micellare Giardino dei Sensi BIO con Argan, certificata ICEA
  • Acqua micellare Fior di Magnolia BIO (Eurospin), certificata ICEA (suggerita da una di voi, Cristina, che ringrazio!)

Alcune di queste acque micellari le abbiamo inserite anche nel nostro e-shop PrimoBio!!

Tra tutte, sono queste le acque micellari che vi consiglio di provare se cercate qualcosa da acquistare al supermercato.

Finché ero al supermercato, ho dato un’occhiata anche ad altri INCI di struccanti.

L’acqua micellare Garnier ad esempio (quella nella nuova confezione rosa) è simile come INCI a questa Venus, soltanto che il tensioattivo potente ce l’ha verso la fine dell’INCI quindi è in quantità minori e più tollerabili. Moltissimi latte detergente invece (ricordo in particolare quello Venus e quello Clinians, ma ce n’erano moltissimi altri di simili) sono pieni di paraffina e siliconi, quindi in questo caso non sono tollerabili (nemmeno se da risciacquo perché siliconi e paraffina occludono i pori anziché pulirli e causano imperfezioni alla pelle). Attenzione anche agli struccanti per gli occhi: in moltissimi casi sono concentrati di sostanze che non vanno assolutamente bene su una zona delicata come questa e che purtroppo da qui si assorbono molto in fretta (specialmente se strucchiamo la rima cigliare interna, magari per rimuovere la matita). Un esempio di struccante per occhi che non avrei mai acquistato è quello Clinians. Per struccarvi invece sono carini gli struccanti Bioactive di Garnier (latte detergente e struccante occhi). Sono sicuramente “vuotini” a livello di formula, ma non è particolarmente importante per prodotti che comunque si risciacquano. E rispetto ai loro compagni di scaffale sono sicuramente da preferire.

Io però resto fedele ai miei metodi completamente eco bio per rimuovere il make up come ad esempio le mie salviette struccanti fai da te che sono ottime per la pelle sensibile oppure il mio burro struccante di cui presto vi farò avere la ricetta e che sto adorando alla follia!!

Anche per oggi è tutto, io vi mando un grande bacio e spero che questo articolo vi sia stato utile!

Prima di salutarci, dai un’occhiata anche alla precedente lista di struccanti con buon INCI (ed eco bio) low-cost: trovi tanti prodotti interessanti e davvero buoni!

Vi mando un bacio,

Deborah

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!

Pin It on Pinterest