Allarme Methylisothiazolinone e Methylchloroisothiazolinone nei cosmetici!

Allarme Methylisothiazolinone e Methylchloroisothiazolinone nei cosmetici!

Due ingredienti facilmente reperibili nei cosmetici sono il Methylisothiazolinone ed il Methylchloroisothiazolinone: oggi scopriremo insieme cosa sono, dove si trovano e se vanno evitati.

 

 

Methylisothiazolinone e Methylchloroisothiazolinone: cosa sono?

Il Methylisothiazolinone ed il Methylchloroisothiazolinone sono conservanti cosmetici utilizzati specialmente nei prodotti destinati alla detergenza.

Nel corso degli ultimi anni questi conservanti sono stati messi in discussione da numerosi studi dermatologici europei perché presentano il rischio di creare allergie e dermatiti sulla pelle. Il loro impiego è stato notevolmente ridotto dalle normative europee perché negli ultimi anni ci si è accorti che queste due sostanze presentavano un rischio di creare allergie alla pelle pari al 10%.

Dalla miscela di Methylisothiazolinone e Methylchloroisothiazolinone nasce il KATON CG, ingrediente fortemente allergizzante. Se siete allergiche a questa sostanza non aspettatevi di trovarla direttamente segnalata nell’INCI con il nome di KATON: sappiate che la troverete con le sigle di Methylisothiazolinone e Methylchloroisothiazolinone.

Methylisothiazolinone e Methylchloroisothiazolinone: come capire se un cosmetico li contiene?

Come tutti gli ingredienti cosmetici, queste due sigle devono essere ricercate nell’etichetta del prodotto che intendiamo acquistare. La lista degli ingredienti dei cosmetici (INCI) è obbligatoria su tutti i prodotti in vendita. Di solito si trova dietro al cosmetico. Tramite la lettura di questa lista, possiamo scoprire se il cosmetico che intendiamo acquistare contiene ingredienti dannosi per la nostra pelle oppure no. Se ancora non conosci la lista degli ingredienti pericolosi da evitare nei cosmetici, leggi l’articolo correlato che puoi trovare qui sul blog (alla fine di questo post trovi il link all’articolo esatto).

Methylisothiazolinone e Methylchloroisothiazolinone: in quali prodotti si trovano?

Questi due conservanti trovano impiego specialmente nei prodotti destinati alla detergenza. Salviette per la pulizia (di adulti e bambini), detergenti viso e corpo, tonici, shampoo, schiume da barba, detersivi per i piatti, pasta da modellare per i bambini ed anche mascara per gli occhi possono contenere queste sostanze.

Pur essendo allergizzanti, anche i prodotti per bambini talora li contengono.

Sta a noi leggere l’INCI e fare le nostre scelte.

Methylisothiazolinone e Methylchloroisothiazolinone: vanno evitati?

Specialmente se avete una pelle sensibile e reattiva, sarebbe bene evitare i cosmetici che contengono questi due ingredienti. Bisogna valutare anche la loro quantità nel cosmetico che intendete acquistare (la potete comprendere valutando la posizione nell’INCI delle sigle di questi ingredienti) anche se sulle pelli sensibili è meglio non rischiare. L’Unione Europea sta riducendo sempre di più le percentuali d’impiego nei cosmetici di questi due ingredienti, ma se è possibile evitarli è meglio.

Esistono moltissimi prodotti eco bio che contengono conservanti ben più sicuri di queste due sostanze, quindi optate per formule più naturali e sarete più sicure.

Io spero che questo articolo vi sia stato utile: mi raccomando condividetelo perché è importante che le persone sappiano cosa contengono i cosmetici che utilizzano!

Io vi mando un bacio e vi aspetto nel prossimo articolo,

Deborah

Pin It on Pinterest