Finanziamenti per aprire un negozio di prodotti biologici: quali sono?

Finanziamenti per aprire un negozio di prodotti biologici: quali sono?

Una domanda frequente che mi viene posta via e-mail è relativa ai finanziamenti per aprire un negozio di prodotti biologici, come una bioprofumeria.

Oggi voglio quindi rispondere a questa domanda con un articolo dedicato, spiegandovi quali sono i vari tipi di prestiti e finanziamenti che esistono e la mia opinione su ciascuno di essi.

 

 

Finanziamenti per aprire un negozio di prodotti biologici: bandi regionali

Il primo tipo di finanziamento sul quale ricevo domande sono i bandi regionali. Inizio col dirvi che questa tipologia di prestiti non è dedicata solo a chi vuole aprire un negozio di prodotti biologici o una bioprofumeria. Il bando di solito è generico e si riferisce a progetti d’attività realizzati in specifiche località d’Italia o presentati da specifiche categorie di persone (come giovani, donne, disoccupati ecc…).

Di solito questi finanziamenti hanno il limite di coprire solo una parte della somma richiesta (dal 10% al 50%) e tra l’altro non è facile accedervi perché non sono sempre presenti e non tutte le regioni li attivano. Di fronte all’elevato numero di richiedenti poi, soltanto una piccola parte viene selezionata sulla base di una graduatoria e le reali tempistiche per ottenere il denaro spesso sono lunghe e tendono a prolungarsi anche oltre i termini stimati. Il rischio è di ritardare moltissimo l’apertura del proprio negozio, con tutte le conseguenze negative che questa circostanza comporta.

Finanziamenti per aprire un negozio di prodotti biologici: enti di prestito

Una seconda soluzione per recuperare il denaro necessario all’apertura del proprio negozio è poi la scelta di un ente di prestito privato (come Findomestic, Agos e Compass per citarvi tre nomi che sicuramente avrete già sentito).

Il vantaggio di questi enti di prestito è che erogano il finanziamento senza bisogno di particolari requisiti ed anche in circostanze rischiose (debiti già accumulati, disoccupazione, protesti in corso ecc…). Molto spesso la rata è flessibile e le somme erogate arrivano ad essere anche molto consistenti (fino a 30.000-50.000 euro): ulteriori aspetti positivi dei prestiti con questa tipologia di enti.

Il lato negativo è però l’elevato tasso sui mutui concessi da questi enti: rispetto ad un mutuo bancario, questi finanziamenti hanno un tasso nettamente superiore e quindi pagherete molti più interessi.

Finanziamenti per aprire un negozio di prodotti biologici: prestiti bancari

Tra le varie proposte però, quella che più vi consiglio è la scelta di un prestito bancario.

Se la somma è ridotta (considerate che non è necessario un enorme capitale per aprire un negozio di prodotti bio) sarà più facile ricevere la concessione di prestito da una banca.

Il motivo per cui vi consiglio i prestiti bancari è il loro tasso: nettamente inferiore a quello proposto dagli enti di prestito privati. Il tasso ridotto vi consente di avere rate più veloci da smaltire e decisamente più convenienti.

Io stessa ho fatto alcune ricerche e vi consiglio di provare a fare un preventivo online per il calcolo della vostra rata, da questi due siti che vi aiutano a confrontare moltissimi istituti bancari:

Io spero che questo articolo vi sia stato utile per fare chiarezza e vi mando un grande bacio!

Qui sotto vi lascio altri articoli interessanti, connessi all’argomento aprire una bioprofumeria.

A presto,

Deborah

Pin It on Pinterest