Shampoo secco fai da te senza siliconi


PrimoBio, lo shop ufficiale di Biomakeup

Buongiorno ragazze!

Oggi ho deciso di condividere con voi la mia versione dello shampoo secco, prodotto che ha iniziato a divenire molto popolare nell’ultimo periodo.

Spesso le formulazioni di shampoo secchi in commercio contengono polveri molto occlusive per i pori cutanei. La sensazione che si ottiene è di occlusione e l’effetto finale è quanto di più simile possa esserci al “rebound”. Dopo alcune ore dall’applicazione di uno shampoo secco di scarsa qualità che occlude i pori, si può difatti notare un discreto aumento della secrezione sebacea con conseguente aspetto più grasso e disordinato dell’intera chioma.

Uno shampoo secco di buona qualità, quest’effetto non lo determina. È vero però che non si può considerare queste formulazioni in polvere come sostitutive di un vero e proprio shampoo. La detergenza è la prima e più importante condizione per avere una chioma bella ed in salute. Lo shampoo secco deve essere considerato come un rimedio d’emergenza, una soluzione momentanea nell’attesa di poter (a breve) detergere veramente i capelli. Solo ponendovi da questo punto di vista potrete apprezzare le qualità di queste specifiche tipologie di prodotti, senza aspettarvi risultati impossibili.

Shampoo secco fai da te senza siliconi Ricetta

Shampoo secco evidenza

Di DebyVany91 Pubblicata: febbraio 22, 2013

  • Resa: 30 applicazioni

Impara a preparare uno shampoo secco per un veloce passaggio sui capelli se si è di fretta o in ospedale

Ingredienti

Istruzioni

  1. Miscelate le polveri
  2. Aggiungete l'idrolato e miscelate bene
  3. Dopo aver lasciato riposare il composto per l'assorbimento totale dell'idrolato, riponete in un contenitore chiuso il prodotto
  4. Applicate in piccole dosi il prodotto
(C) 2011-2016 Biomakeup.it - Tutti i diritti riservati

La scelta degli ingredienti non è casuale. Molte ricette di shampoo secco fai da te prevedono l’aggiunta di talco. In realtà la sensazione che uno shampoo secco contenente talco donerebbe, sarebbe di pesantezza ed occlusione. Seppur molto assorbente, il talco occlude i pori e dunque stimola una successiva secrezione sebacea più massiccia.

È meglio ricorrere ad altri ingredienti aventi poteri assorbenti, come l’amido e l’argilla bianca. L’amido di Mais è ottimo perché deodora e svolge un’azione anti-irritazione e lenitiva. Si può usare in mille composti sia per la pelle che per i capelli, è leggero e non tende ad occludere i pori considerato che in un lavaggio già si elimina totalmente. L’amido di Riso è nutriente e lenitivo, perfetto per lenire le infiammazioni cutanee. L’argilla bianca ha buoni poteri assorbenti ed è la versione più delicata tra le varie tipologie affini. È indicata anche sulle cuti secche o sensibili. L’Idrolato di Lavanda è davvero un tocco in più, indispensabile perché apporta una profumazione delicata, contribuisce a rafforzare l’attività anti-infiammatoria lenendo la cute e limitando il prurito. Inoltre svolge una buona azione disinfettante.

Spero che questa ricetta possa esservi d’aiuto: fatemi sapere se riprodurrete questa formula!

Un bacio,

DebyVany91

 

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo con i tuoi amici! Grazie.





Lasciami un tuo commento



Shampoo secco fai da te senza siliconi

di DebyVany91 Tempo di lettura: 2 min
26
Make up bio... la natura sulla pelle!