Nuovi usi per vecchi prodotti eco bio


PrimoBio, lo shop ufficiale di Biomakeup

Buongiorno ragazze!

Molti prodotti vantano nei loro slogan d’essere 2 in 1 o 3 in 1. Com’è possibile?

In realtà uno dei pregi dei prodotti eco bio è proprio quello d’essere versatili, adattabili cioè a più contesti e situazioni. Tutti i prodotti eco bio, o quasi, possono avere più della singola funzione riportata e consentono quindi di risparmiare molto sull’acquisto di altri cosmetici.

Ho deciso oggi di svelarvi alcuni usi alternativi dei classici riportati sulle etichette dei cosmetici per aiutarvi a risparmiare sul vostro shopping, prendendo prodotti realmente versatili ed utili. Seguo personalmente alcuni di questi consigli e mi trovo molto bene, perché si risparmia senza incidere sulla qualità destinando a più usi un singolo prodotto. Ovviamente non per tutti i cosmetici vale questo discorso, applicabile unicamente alle formule più semplici ed ovviamente eco-bio.

 

NUOVI USI

 

Vediamo insieme alcune idee per risparmiare sui cosmetici:

  1. Innanzitutto prendiamo in considerazione il latte detergente, un prodotto formato da sostanze lavanti (chiamate tensioattivi) ed agenti idratanti come oli e burri. Il latte detergente può divenire un’ottima maschera per il viso, idratante e nutriente. Basta applicarlo in quantità maggiori e lasciarlo sul viso per 5-10 minuti per un trattamento di bellezza unico! Per ottenere una maschera purificante invece basta miscelarlo ad alcuni cucchiaini di argilla verde e procedere lasciandolo in posa sempre per pochi minuti.
  2. I detergenti intimi sono formulati con estratti vegetali purificanti e disinfettanti dei quali potrebbe beneficiare altresì la pelle del viso, specialmente se impura. Ecco perché un detergente intimo può rivelarsi adatto anche per il viso, qualora nella formula non contenga ingredienti tensioattivi particolarmente lavanti ed il suo pH sia adeguato anche al viso. Mi raccomando: osservate sempre il pH prima di interscambiare prodotti e detergenti!
  3. Una crema viso abbinata ad un tonico si trasforma facilmente in un siero, più leggero ed astringente per i pori cutanei. Questo è un buon consiglio per alleggerire creme viso troppo idratanti e ricominciare ad usarle prima che scadano.
  4. Se avete terminato la maschera per i capelli potete benissimo riprodurla in casa aggiungendo ingredienti idratanti al vostro balsamo. Una semplice idea è quella di aggiungere al balsamo un cucchiaino di olio vegetale per renderlo più idratante sui capelli ed alleggerire eventuali tensioattivi presenti che non farebbero bene se lasciati troppo in posa sui capelli. Utilizzare in questo modo il balsamo potrebbe aiutarvi a superare il problema dei capelli secchi e l’olio che vi consiglio a tal proposito (da dosare in piccole quantità) è quello di Cocco, molto idratante e restituivo.
  5. Un’idea per utilizzare diversamente un olio per capelli leggero (magari scartato perché contenente siliconi) è quello di impiegarlo come dry fast per lo smalto. Le classiche goccine asciuga smalto infatti altro non sono che siliconi, da dosare con il contagocce ed applicare sullo smalto bagnato per fissarlo ed asciugarlo più velocemente. Lo stesso si può fare con un olio eco bio purchè abbia peso molecolare molto basso. Ottimo in questo caso è il coco silicone.
  6. Per sostituire una cipria finita o terminare un fondotinta minerale troppo chiaro per la vostra carnagione procuratevi dell’amido di mais o di riso. Miscelando due cucchiai di amido di riso per ogni cucchiaio di fondotinta minerale, otterrete una cipria leggera e ad alta tenuta, pressoché trasparente sul viso.

 

Spero che questi piccoli consigli vi siano utili e se li proverete fatemelo sapere!

Un bacio,

DebyVany91

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo con i tuoi amici! Grazie.





Lasciami un tuo commento



Nuovi usi per vecchi prodotti eco bio

di Debyvany91 Tempo di lettura: 2 min
2
Make up bio... la natura sulla pelle!