La cura delle mani nel periodo invernale


PrimoBio, lo shop ufficiale di Biomakeup

Buongiorno ragazze!

Le temperature ormai si sono abbassate un po’ in tutte le regioni italiane ed il vero inverno è alle porte.

La pelle risente molto degli sbalzi di temperatura ed è dunque giunto il momento di prepararla adeguatamente ad affrontare i mesi più freddi dell’anno. Nel periodo invernale è bene proteggere la pelle sia dalle rigide temperature che dagli agenti atmosferici avversi, prendendo a cuore specialmente le zone del corpo più esposte come le mani ed il viso.

Ho deciso di realizzare due articoli distinti tesi a fornire concreti consigli per prendersi cura di queste due importanti aree del corpo nel periodo invernale, proprio perché ritengo sia importante raccogliere informazioni specifiche su questo richiestissimo argomento.

Oggi ci occuperemo nello specifico della cura delle mani nel periodo invernale, vedendo come proteggerle dal freddo e mantenerle idratate, evitando l’insorgenza di screpolature e dolorose abrasioni cutanee.

Si dice che le mani siano il biglietto da visita dell’individuo ed è proprio così: esse dicono molto di noi, definiscono la nostra età, la nostra personalità e la nostra professione. Avere delle belle mani curate è importante per presentare sé stessi al mondo esterno in virtù del lessico gestuale che accompagna costantemente le nostre comunicazioni. Le rigide temperature e gli agenti atmosferici avversi, mettono a dura prova il mantenimento della barriera idrolipidica che avvolge le mani, determinando spesso l’insorgenza di condizioni di secchezza cutanea, abrasioni e screpolature.

La cute delle mani presenta caratteristiche particolari soprattutto a livello del palmo. In tale zona infatti si riscontra assenza di ghiandole sebacee e follicoli piliferi, notevole densità delle ghiandole sudoripare e dei recettori nervosi, pieghe che ne sottolineano i punti di flessione e ne evidenziano primariamente l’invecchiamento.

 

 

È dunque bene seguire alcuni piccoli consigli ed attuare semplici pratiche quotidiane, che ho cercato di riassumervi in questo articolo, per ottenere mani sane e belle. Vediamo subito alcuni consigli per la cura delle mani:

1.Sostituite il vostro comune sapone per le mani scegliendo una formulazione eco-bio, ricca di ingredienti emollienti ed idratanti. I comuni saponi spesso contengono tensioattivi chimici troppo aggressivi per la cute, come SLS e SLES di cui vi parlai qui, che soprattutto nel periodo invernale tendono a danneggiare la barriera idrolipidica cutanea e rendere le mani più esposte agli effetti dannosi degli agenti atmosferici. Vi consiglio di acquistare formulazioni, liquide o solide, ricche di burri ed oli vegetali ed aventi unicamente tensioattivi d’origine vegetale.

2.Proteggete sempre le vostre mani con dei guanti monouso quando sbrigate le faccende domestiche. Stare a contatto con i detersivi induce più frequentemente irritazioni, bruciori, secchezza cutanea e sensibilizza notevolmente la cute esponendola ancora una volta ai danni degli agenti atmosferici. Questo consiglio può apparire scontato tuttavia vi consiglio di metterlo realmente in pratica per evitare che le vostre mani, già messe a dura prova dall’abbassamento delle temperature, risentano altresì del contatto con sostanze chimiche a forte potere sgrassante.

3. Scegliere una buona crema mani è probabilmente uno degli step principali per prendersi cura effettivamente di quest’area del corpo. Molte creme mani in commercio contengono elevate quantità di petrolati e siliconi, sostanze fortemente dannose per la pelle impiegate per il loro basso costo e l’immediata e fasulla sensazione d’idratazione che forniscono alla cute. I petrolati ed i siliconi sono sostanze molto dannose per la pelle poiché occlusive e isolanti. Rivestono la cute di un film chimico ed impermeabile che isola l’epidermide dall’esterno e tende progressivamente a determinare secchezza cutanea e sensibilizzazioni. È dunque opportuno evitare d’impiegare queste creme, dannose per la salute della pelle e scegliere d’appoggiarsi a referenze eco-bio ricche d’ingredienti vegetali che forniscono reale protezione ed idratazione alla pelle. Non fidatevi delle etichette, leggete sempre l’Inci dei cosmetici che acquistate perché molto spesso l’inganno è a piede libero.

4.Una volta che avrete scelto la vostra crema mani, è importante anche applicarla al meglio. Siate generose con le dosi, realizzate massaggi circolari e concentratevi su polpastrelli e cuticole, le zone che maggiormente tendono a seccarsi con l’arrivo del freddo. Una buona idea è quella di lasciare i guanti sopra ad una fonte di calore come i termosifoni, applicare la crema mani con massaggi profondi ed infilare in seguito i guanti già riscaldati. Il calore dei guanti farà si che la crema precedentemente applicata penetri meglio in profondità e nutra bene tutti gli strati cutanei oltre a quelli superficiali.

5.Anche scegliere la tipologia di guanti è importante. Prediligete guanti di lana, privi di poliestere che sulle pelli più sensibili può causare irritazione e prurito. In alternativa acquistate guanti in eco-pelle con imbottitura interna che oltre ad evitare crudeltà nei confronti di innocenti animali, eviteranno anch’essi l’insorgenza di potenziali pruriti o fastidi causati dal contatto con le sostanze utilizzate per la concia delle pelli vere.

6.Per nutrire la pelle in profondità è possibile realizzare maschere ed impacchi idratanti da stendere su tutta la superficie cutanea e lasciar riposare per tutta la notte. Ottimi in questo caso sono gli impacchi oleosi vegetali che nutrono la pelle, contrastano l’invecchiamento cutaneo e riducono la presenza di antiestetiche macchie superficiali. Per consentire all’impacco di agire per bene ed evitare di sporcare la biancheria del letto è bene utilizzare guanti di puro cotone da indossare prima di andare a dormire e risciacquare il mattino successivo.

7. Quando impiegate sul viso scrub o trattamenti esfolianti acidi, proteggete sempre le mani per evitare l’abrasione della pelle. Vi garantisco che la vostra pelle ringrazierà!

8.Impiegate burri ed oli per proteggere anche le cuticole e le unghie. Un ottimo burro per le cuticole si ottiene miscelando puro burro di Karité, olio di Argan ed olio di Canapa ai quali aggiungere a piacere oli essenziali per profumare. Ovviamente gli oli possono essere sostituiti da qualsiasi altra alternativa vegetale che possediate in casa o riusciate a reperire con facilità. L’unica accortezza è assicurarsi che siano puri al 100% e non miscelati ad altre sostanze petrolchimiche, siliconiche o conservanti dannosi.

9.Se riscontrate abrasioni cutanee causate dal freddo, applicate sulla singola lieve ferita un composto a base di Aloe Vera, dai poteri calmanti e lenitivi ed alcune gocce di un olio essenziale dai poteri antisettici (come Lavanda, Limone, Bergamotto o Tea Tree). In tal modo lenirete il dolore, eviterete l’insorgenza d’infezioni cutanee e contribuirete alla cicatrizzazione.

10.Non ricorrete mai ai bagni di paraffina, pratiche impiegate spesso dalle estetiste ed assolutamente dannose per la pelle. I bagni di paraffina, o paraffina terapie, sono trattamenti della durata variabile di circa un quarto d’ora, utilizzati per vari scopi presentati come “terapeutici”. Tali trattamenti consistono nell’immersione delle mani per in paraffina liquida riscaldata con conseguenti rischi sia per quanto riguarda la penetrazione profonda della sostanza nella pelle sia per l’inalazione della stessa, elemento dai contorni non ancora ben specificati.

Ottimi ingredienti vegetali per la realizzazione di impacchi, creme e trattamenti per le mani, risultano i seguenti: burro di Karité, burro di Cacao, olio di Argan, olio di Cocco, olio di Jojoba, olio Extravergine d’Oliva, olio di Sesamo, olio di Mandorle Dolci, olio di Rosa Mosqueta e molti altri.

 

 

Prima di concludere questo approfondimento relativo alla cura delle mani nel periodo invernale, ci tengo a lasciarvi qui sotto una piccola lista dei prodotti che più vi consiglio e che più mi sono piaciuti nell’ultimo periodo:

-Domus Olea Toscana Crema Mani, referenza cosmeceutica realizzata con ingredienti naturali toscani di ottima qualità certificata ICEA ed assolutamente cruelty-free;

-Phytorelax Crema mani all’olio di Argan, referenza dai poteri estremamente idratanti ed emollienti;

-Burt’s Bees Crema mani con Mandorle, Latte e Cera d’api, emulsione molto ricca dagli ottimi poteri rigeneranti e nutrienti;

-Burt’s Bees Crema mani con Miele e olio di Vinaccioli;

-Helan linea Dolcezza Crema mani protettiva, emolliente e dermopurificante arricchita con mellito di Timo, olio essenziale di Limone ed ingredienti dell’alveare;

-Pure Papaya Ointement, crema multiuso per pelli sensibili, con abrasioni e danneggiate;

Fatemi sapere quali sono i vostri segreti di bellezza per le mani in inverno e quali prodotti impiegate più di frequente!

Un bacio,

DebyVany91

 

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo con i tuoi amici! Grazie.





Lasciami un tuo commento



La cura delle mani nel periodo invernale

di DebyVany91 Tempo di lettura: 5 min
34
Make up bio... la natura sulla pelle!