Come scegliere un buon balsamo labbra


PrimoBio, lo shop ufficiale di Biomakeup

Uno dei prodotti che non può mancare nel beauty case dell’inverno è il balsamo labbra.

Le labbra infatti risultano una delle zone del viso più delicate poiché naturalmente sprovviste di cheratina, sostanza che dona compattezza e resistenza alla cute. Ecco perché le labbra sono soggette più frequentemente a screpolature, secchezza e disidratazione. Oltre a ciò, la mancanza di cheratina rende la zona del contorno labbra più soggetta a rughette o perdita di tonicità, da prevenire seguendo apposite regole.

In commercio esistono davvero molti prodotti per le labbra: dai balsami labbra, ai filler riempitivi e alle creme per il contorno. Per finire sono presenti prodotti appositi per l’herpes labiale, causato da un virus latente che torna a riattivarsi nei periodi di calo delle difese immunitarie.

Non tutti i prodotti per le labbra sono sullo stesso piano e presentano la stessa qualità. A partire dai balsami labbra, che sono prodotti da moltissime case cosmetiche e si trovano davvero ovunque, si denotano spesso differenze abissali nelle formulazioni e conseguentemente nell’efficacia.

Ma come è possibile scegliere un buon balsamo labbra tra la miriade di varianti presenti sul mercato?

Come scegliere un buon balsamo labbra

Innanzitutto c’è da considerare il fatto che, come per tutti i cosmetici, la presenza di un brand noto o di un prezzo elevato non assicura affatto la qualità del prodotto. Ciò che vale veramente è l’INCI. Il balsamo labbra è uno dei prodotti di skin care da scegliere con più attenzione perché può, seppur in minime dosi, venir ingerito, parlando o mangiando. Visto che nel periodo invernale è spesso utilizzato, è fondamentale assicurarsi che non contenga sostanze dannose.

Purtroppo la maggior parte dei balsami labbra in commercio è costituita da miscele d’acqua e cere petrolchimiche, derivanti proprio dal petrolio. Chiaramente i petrolati non sono benefici per la pelle, vengono impiegati perché costano poco e creano un film impermeabile sulla pelle che apparentemente leviga e supplisce l’idratazione. In realtà ciò che accade è che il petrolato impedisce alla cute (in questo caso alle labbra) di ricevere idratazione dall’esterno e quindi provoca enorme secchezza e disidratazione. Il concetto è molto semplice: se sento le labbra secche applico il balsamo labbra, nell’immediato provo una sensazione di miglioramento e tuttavia dopo poco le mie labbra tornano ad essere secche più di prima, inconsapevolmente riutilizzo il balsamo labbra e probabilmente torno anche a ricomprarlo pensando che siano le mie labbra a seccarsi da sole. Il tutto è chiaramente manovrato da interessi economici. Le aziende producono un balsamo labbra a costo bassissimo (e di qualità pessima) e comunque sanno che le persone torneranno a ricomprare il loro prodotto perché è lui stesso che invece di curare, peggiora la situazione.

Un buon balsamo labbra dev’essere inoltre privo di siliconi, agenti altrettanto disseccanti, coloranti e profumazioni sintetiche.

I balsami labbra migliori, davvero efficaci, sono quelli costituiti da puri elementi idratanti come le cere, i burri e gli oli vegetali. Questi ingredienti devono essere i soli componenti della formula, per testimoniare l’effettiva funzionalità del balsamo labbra.

Un esempio è utile per comprendere alcune informazioni in più. Ottimi balsami labbra sono quelli che contengono buone quantità di oli vegetali, dal medio peso molecolare. Questi oli, miscelati ad altri più leggeri, a burri e cere, formano la parte grassa del balsamo che crea una barriera protettiva sulle labbra evitando che il freddo ed il vento le secchino. Al contempo funge da nutrimento per le labbra secche, prevenendo le screpolature. Un balsamo labbra come questo non ha bisogno di molte applicazioni, è efficace davvero fin da subito perché è formulato solo con ottime materie prime. Vediamo l’INCI:

 RICINUS COMMUNIS SEED OIL (emolliente) 
 CAPRYLIC/CAPRIC TRIGLYCERIDE (emolliente / solvente) 
 PRUNUS AMYGDALUS DULCIS SEED OIL (vegetale / condizionante cutaneo) 
 OLEA EUROPAEA FRUIT OIL (emolliente / profumante / solvente) 
 CERA ALBA (emolliente / emulsionante / filmante) 
 CERA CARNAUBA (emolliente / filmante) 
 CANDELILLA CERA (emolliente / filmante) 
 PROFUMO 
 GLYCINE SOJA OIL (emolliente / profumante / condizionante cutaneo) 
 DAUCUS CAROTA SATIVA ROOT EXTRACT (emolliente) 
 BUTYROSPERMUM PARKII (Vegetale / emolliente) 
 PROPOLIS EXTRACT (additivo biologico) 
 TOCOPHEROL (antiossidante) 
 HELIANTHUS ANNUUS SEED OIL (emolliente / coprente / condizionante cutaneo / vegetale) 
 ROSMARINUS OFFICINALIS LEAF EXTRACT (antimicrobico / coprente / condizionante cutaneo) 
 BETA-CAROTENE (additivo) 

Un balsamo come questo, tutto verde al Biodizionario non è inimitabile. Ce ne sono tanti in commercio e a seconda della qualità degli oli e degli attivi che contengono possono avere prezzi differenti. Oli che contengono alte quantità d’olio di Argan ad esempio sono necessariamente più costosi perché è la materia prima ad essere più costosa.

Anche in casa è possibile ricreare un semplice balsamo labbra fai da te oppure dei burri colorati fai da te per labbra secche ovviamente naturali, d’ispirazione ai Baby Lips di Maybelline (i quali però contengono petrolati).

Per le labbra in commercio esistono anche dei filler riempitivi e delle creme-sieri per contrastare le rughe in questa zona delicata. Spesso tuttavia questi prodotti, oltre ad essere molto costosi, non curano davvero la problematica ed agiscono solo a livello estetico. Non è raro infatti che siano pieni di siliconi, che in realtà seccando la pelle aumentano le possibilità di provocare rughe e segni anticipati del tempo.

Il miglior rimedio anti age per il contorno labbra è l’utilizzo di un semplice olio vegetale puro, l’olio di Argan. Applicato come contorno occhi e labbra sulla pelle umida è un meraviglioso alleato anti-age che agisce in profondità e stimola la rigenerazione cellulare, mantenendo la pelle giovane ed elastica. Inoltre nutre davvero bene, evitando la disidratazione e la perdita di tonicità. È un olio peraltro multiuso, perfetto su tutto il corpo e anche sui capelli, come impacco pre-shampoo o per i massaggi anti-smagliature. È veramente meraviglioso ed efficace, a patto di sceglierlo completamente puro e d’origine biologica. Il prezzo può apparire elevato (e ad ogni modo si dev’essere certi che sia davvero puro) però ne bastano pochissime gocce e dura molto a lungo perché irrancidisce difficilmente. Anche in gravidanza potrete usarlo in sicurezza e vi garantisco che è efficacissimo.

Spero che quest’articolo vi sia stato utile, se avete dei suggerimenti per integrarlo non scordate di lasciare un commento qui sotto: li leggo sempre e mi fanno molto piacere!!

Ora sta a te: condividi subito quest’articolo e leggi altre guide di Biomakeup per restare sempre aggiornata!

Se vuoi un consiglio specifico, contattami pure via e-mail e sarò lieta di risponderti! Mi trovi qui: debyvany91@gmail.com

Vi mando un bacio,

DebyVany91

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo con i tuoi amici! Grazie.





Lasciami un tuo commento



Come scegliere un buon balsamo labbra

di Debyvany91 Tempo di lettura: 4 min
12
Make up bio... la natura sulla pelle!