Avril Beauté: recensione prodotti linea BIO


PrimoBio, lo shop ufficiale di Biomakeup

Buongiorno ragazze!

Oggi desidero parlarvi di Avril, marchio cosmetico francese produttore di una linea cosmetica e di make-up certificata ECOCERT.

Sviluppata nel rispetto dei pilastri di qualità ed ecologia, la linea biologica Avril nasce dalla volontà di proporre cosmetici naturali e salutari ad un prezzo accessibile per tutti. Avril non prescinde dall’effettuare rigidi controlli qualitativi su tutta la sua filiera produttiva e commercializza prodotti sicuri, non testati sugli animali e formulati per risultare adatti anche alle persone aventi pelli sensibili e facilmente irritabili.

Prodotti a partire da famosi ed apprezzati estratti vegetali d’origine controllata, i prodotti della linea BIO di Avril sono in costante aggiornamento e rivisitazione al fine di proporre un listino di referenze sempre più valide ed aggiornate sia per quanto riguarda le formulazioni che per l’aspetto cromatico e d’attenzione alle mode.

Grazie alla disponibilità dell’azienda francese Avril, ho avuto la possibilità di testare ulteriori prodotti del marchio, ben quattro per la precisione: due referenze di make-up (fondotinta e cipria) e due referenze per la skin-care e l’hair-care (gommage viso e shampoo per capelli secchi). Testando anche queste referenze, ho potuto confermare la mia iniziale e positiva opinione sul brand. I prodotti offerti sono di buona qualità, hanno ingredienti vegetali e sono sicuri per la pelle. Il loro prezzo di vendita è davvero competitivo e sono certa che sarà sicuramente uno degli elementi che frutteranno il successo italiano del marchio. Le confezioni dei prodotti per la skin-care e hair-care infine sono davvero molto convenienti poiché proposte in formati “famiglia” che spesso toccano i 500 ml.

 

AVRIL_01

AVRIL_02

 

Il prodotto che più mi è piaciuto tra i quattro testati è stato sicuramente lo shampoo per capelli secchi e danneggiati. Come per lo shampoo per capelli colorati e trattati, già testato e recensito qui, trovo che la formula sia veramente efficace. Questo shampoo risulta molto più nutriente e riparatore del precedente, ha un profumo neutro e contiene il 99% d’ingredienti d’origine vegetale di cui il 12% provenienti da agricoltura biologica. Gli ingredienti della formulazione sono Camomilla Romana, burro di Karité, olio di Argan e di Girasole. È uno shampoo che idrata senza appesantire, deterge delicatamente e districa già da solo discretamente la chioma. Il prezzo di questo shampoo riparatore è di 8 euro per 500 ml.

Ho testato altresì la crema esfoliante per il viso con micro perle di Jojoba. Questa crema contiene veramente pochissimi granelli esfolianti ed è dunque adatta alle pelli molto sensibili, già trattate magari con peeling e prodotti esfolianti. In questo periodo in cui ho già la pelle che tende ad esfoliarsi molto considerato che impiego peeling acidi per contrastare l’acne, questa crema esfoliante mi è davvero piaciuta perché è molto delicata ed idratante. A mia sorella invece non è piaciuta proprio perché non pulisce benissimo, è molto leggero e dunque adatto solamente in casi particolari oppure per un utilizzo pressoché giornaliero. Il prodotto contiene Olmaria, Rosa damascena, Jojoba, Giglio e Limone tra i vari estratti vegetali. Il prodotto contiene il 98,99% d’ingredienti vegetali di cui il 10,15% provenienti da agricoltura biologica ed il prezzo è di 9 euro per 50 ml.

Come vi ho anticipato, ho scelto di testare altresì due prodotti della linea di make-up BIO, referenze che ho pensato avrebbero potuto interessare tutte voi: il fondotinta e la cipria.

Tra questi due quello che ho preferito è senza dubbio il fondotinta. La formula è molto idratante, ricca d’ingredienti buoni per la pelle. La stesura è buona, il prodotto si stende facilmente e ne basta davvero poco per ottenere una coprenza di media entità. Sicuramente il pregio di questo fondotinta è che non occlude i pori e risulta leggero nonostante protegga e nutra bene la pelle. È un prodotto ideale per il periodo invernale, penso difatti che per l’estate sia un po’ troppo ricco ma non posso garantirlo perché ovviamente ancora non l’ho testato nella stagione calda. La colorazione che ho scelto, la Clair, è perfetta per le carnagioni più chiare ed il sottotono trovo sia neutro. Non ha una coprenza molto elevata però va benissimo per un utilizzo quotidiano. L’unica pecca del prodotto è che non ha una durata pari ad altri, perché nel giro di 3-4 ore inizia già a cedere.

La cipria invece seppur contenente il 99,55% d’ingredienti vegetali di cui il 10% biologico, è formulata con talco, potenzialmente occlusivo per i pori. Sicuramente la presenza del talco rende questo prodotto estremamente assorbente però è anche vero che bisogna dosarla bene per evitare d’occludere i pori favorendo la formazione di comedoni ed imperfezioni e per evitare di generare l’effetto “maschera”. Per scongiurare l’insorgenza di sfoghi acneici, l’ho sempre impiegata solo nella zona T del viso, notoriamente più frequente a lucidarsi. La tonalità della cipria adatta al mio incarnato è la Clair.

Spero che gradiate le opportunità a voi riservate per testare questi economici prodotti risparmiando ulteriormente!

Un bacio,

DebyVany91

 

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo con i tuoi amici! Grazie.





Lasciami un tuo commento



Avril Beauté: recensione prodotti linea BIO

di DebyVany91 Tempo di lettura: 3 min
20
Make up bio... la natura sulla pelle!