Petit Jardin: review nuova linea donna


PrimoBio, lo shop ufficiale di Biomakeup

Buongiorno ragazze!

Oggi desidero tornare a parlarvi di Petit Jardin, azienda italiana produttrice di cosmetici ispirati ad un viaggio sensoriale all’interno dei giardini italiani più belli.

Petit Jardin è un marchio che avevo già avuto l’opportunità di conoscere in passato e che ho potuto tornare ad approcciare grazie al contatto con i nuovi direttori del brand. Dopo un periodo di stasi, Petit Jardin ha deciso di rinnovare i propri prodotti, riproponendoli in forme e packaging differenti.

Ho avuto l’opportunità di testare tutti i prodotti della linea per donne di Petit Jardin, ricevendoli in un kit completo, molto carino esteticamente e composto da tre ripiani contenenti in totale nove referenze.

Il primo ripiano del cofanetto vede presenti un gel contorno occhi al Melograno ed una crema anti-cellulite al Caffè Verde. Nel secondo scaffale troviamo invece un peeling purificante alle perle di Jojoba, una crema mani al Miele e Propoli ed una crema viso da giorno superidratante. Nell’ultima parte del kit troviamo infine una mousse vellutante Fior di Loto e Papavero, una crema viso da notte all’acqua di Fiordaliso, un bagno doccia vitalizzante ai frutti rossi ed un contenitore di sapone in fogli.

 

Petit_Jardin_03

Petit_Jardin_02

Petit_Jardin_01

 

Osservando le formulazioni dei prodotti Petit Jardin ho notato alcune discrepanze. Non tutti i prodotti mi sono piaciuti ed ora inizierò ad elencarvi le motivazioni.

Il prodotto più valido mi è parso il bagno doccia vitalizzante ai frutti rossi. In questo caso la formula è ben fatta, ci sono tensioattivi delicati e nonostante il prodotto presenti una profumazione forte non ho riscontrato alcun irritazione o fastidio nell’utilizzarlo. Restano comunque presenti alcuni ingredienti di derivazione sintetica però non presenti in quantitativi eccessivi.

Le creme viso, eccezion fatta per la presenza di parabeni, non hanno Inci poi così negativi. Vi sono molti estratti vegetali, presenti in buona quantità nelle due creme e le formule sono facili da stendere e delicate nella profumazione. Sono prodotti adatti a chi gradualmente sceglie d’avvicinarsi al mondo della cosmesi naturale, non sono completamente verdi al Biodizionario però si possono utilizzare con tranquillità. Non sono particolarmente pesanti quindi risultano valide anche sulle pelli miste o grasse.

Il peeling purificante alle perle di Jojoba avrebbe una buona formula se fosse assente il Dimethicone, i parabeni ed il glicole propilenico (purtroppo presente in pressoché tutte le referenze). Anche la crema mani sarebbe interessante, in assenza della Cera Microcristallina. In questo caso fortunatamente non ci sono i parabeni. Senza glicole propilenico e parabeni sarebbe molto interessante anche la formula del contorno occhi al Melograno. In assenza di siliconi sarebbe molto più buona anche la crema anticellulite al caffè verde, ricca di principi attivi insoliti e studiati apposta per contrastare gli inestetismi cutanei. La profumazione anche in questo caso è piacevolissima, leggiadra. Un prodotto invece che mi ha proprio delusa per la presenza di paraffina è la mousse al Fior di Loto e Papavero. La consistenza della crema sarebbe piacevole ed anche l’aroma è molto gradevole. Carina infine è l’idea del sapone in fogli se non fosse per la formulazione ricca di petrolati.

A mio parere Petit Jardin è un marchio che può migliorarsi molto, escludendo totalmente gli ingredienti di derivazione petrolchimica dalle formule. Le idee ci sono, i prodotti potrebbero davvero migliorare con alcuni piccoli aggiustamenti.

Eccovi il link al sito ufficiale dell’azienda:

http://www.petitjardin.it

Vi mando un bacio,

DebyVany91

 

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo con i tuoi amici! Grazie.





Lasciami un tuo commento



Petit Jardin: review nuova linea donna

di DebyVany91 Tempo di lettura: 2 min
19
Make up bio... la natura sulla pelle!