Cosmoprof 2013: la mia esperienza


PrimoBio, lo shop ufficiale di Biomakeup

Buongiorno ragazze!

Oggi desidero raccontarvi la mia esperienza al Cosmoprof 2013, parlandovi degli stand che ho visitato e fornendovi alcune indicazioni generali qualora desideriate visitare la fiera il prossimo anno.

Questa è stata la seconda volta che visitavo il Cosmoprof e devo dire d’essere rimasta per vari motivi, maggiormente soddisfatta l’anno passato. Innanzitutto ci tengo a sottolineare che, seppur scritto sul sito, non è vero che alla fiera accedono solo i professionisti del settore. L’unico elemento da sottolineare è la fondamentale esigenza di acquistare il biglietto online. È una transizione assolutamente sicura, il biglietto si stampa direttamente una volta acquistato ed è strettamente personale. Non c’è alcun controllo all’ingresso, si entra molto rapidamente e soprattutto si risparmia notevolmente. Acquistare il biglietto direttamente in fiera può divenire (oltre che più costoso ovviamente) più problematico per i semplici visitatori ed ho ricevuto testimonianze di ragazze che non sono riuscite ad entrare a causa di questo elemento.

Le discount card sono delle tessere che consentono una riduzione sul prezzo dell’ingresso. Io ne richiedo sempre una per me ed un collaboratore del sito, tuttavia non sono facilmente reperibili dai visitatori singoli perché è necessario un contatto diretto con un’azienda espositrice per riceverle.

Dopo aver delineato alcuni aspetti pratici che alle meno esperte di voi potrebbero servire in futuro, ci tengo a descrivere la mia esperienza di quest’anno al Cosmoprof. Come vi anticipavo sono rimasta un po’ delusa rispetto all’anno passato. Mi sono recata in fiera l’ultimo giorno d’apertura e probabilmente è stato questo l’elemento influente nel giudizio finale maturato a seguito della visita. Già a partire dall’orario di pranzo moltissimi espositori avevano iniziato a chiudere il loro stand e avevano terminato qualsiasi materiale (prodotti, campioni e brochure) relativi alle loro attività. Mi sono goduta la fiera a metà e non lo trovo giusto, alle cinque del pomeriggio non c’era proprio più nessuno ed interi padiglioni avevano già gli stand chiusi nonostante la fiera finisse un ora e mezza dopo. Non ho dunque scattato molte foto e nonostante abbia presentato le mie lamentele alla direzione organizzativa della fiera non ho ricevuto alcuna risposta. Non mi è sembrato corretto, si sono organizzati male e dunque avrei quanto meno meritato un responso e delle scuse. L’anno prossimo non penso di partecipare alla fiera, ho scelto d’investire in altre esposizioni anche per variare un po’ e conoscere nuove aziende.

Questo non toglie che sia stata lieta di conoscere personalmente i responsabili di molte aziende già conosciute o nuove, alcune delle quali saranno oggetto di recensioni dettagliate. Nel pomeriggio inoltre, ho avuto la possibilità d’esplorare, accompagnata da una ragazza operante negli Uffici Commerciali dell’Ambasciata d’Israele, gli stand israeliani presenti alla fiera per informarmi sulle loro proposte e cercare un punto di contatto con taluni importatori italiani interessati alla rivendita delle referenze a livello nazionale. Ho conosciuto inoltre il direttore della rivista Trucco & Bellezza, per la quale terrò una rubrica fissa dedicata al mondo dell’eco-bio a partire da Maggio 2013.

<<

Ho parlato con molti espositori durante la fiera, quelli che più mi hanno colpita per cortesia e disponibilità sono i seguenti:

-Zuccari, stand presso il quale ho fatto un tour esplorativo guidato che mi ha permesso di conoscere ed apprezzare in prima persona una nuova selezione d’integratori alimentari naturali di cui vi parlerò a breve;

-Nashi Argan, stand presso il quale ho testato direttamente i prodotti sulla mia chioma, con l’ausilio di un hair stylist messo gentilmente a disposizione;

-Harbor, stand presso il quale ho ricevuto informazioni e materiale per il test di due nuove linee lanciate recentemente per i capelli e per la silhouette;

-The Rosehip Specialists, stand di un marchio australiano produttore di referenze a base di Rosa Canina biologiche e molto interessanti;

-Mythos, stand di un’azienda greca produttrice di referenze a base di estratti della pianta di Ulivo;

-The Secret Soap, saponificio polacco produttore di prodotti per l’igiene e la cura della pelle eco-biologici;

-Un Instant en Provence, azienda francese produttrice di saponi certificati ECOCERT ricchi di oli essenziali;

-Beauty Face, azienda polacca produttrice di maschere in materiale gommoso imbevute di principi attivi vegetali;

-Natura House, stand di un’azienda che già conoscevo e apprezzavo e di cui già vi parlai abbondantemente in passato;

-Biovera, stand di Cosmofarma al quale ho potuto scoprire la nuova linea per l’hair-care eco-bio lanciata dal marchio;

-Organiqs, azienda produttrice di prodotti di make-up molto carini e interessanti assolutamente biologici e provenienti dalla Danimarca;

-Bio Kroll, nuova gamma di prodotti per la detergenza naturali e certificati eco-bio;

-Planter’s, immancabile stand al quale ho ritirato il kit di campioncini annuale messo a disposizione per i visitatori;

-Hydraflore Paris, Centella, Pulpe de Vie e Green Land, altri quattro stand stranieri produttori di referenze eco-bio molto carine e interessanti;

-Moroccanoil, stand al quale ho ricevuto diversi campioncini di olio per capelli contenuti in una bella borsa;

Oltre a questi stand ne ho visitati molti altri ed in particolare alcuni appartenenti al padiglione israeliano, per i quali realizzerò una specifica review a parte:

-Secret of Youth, bellissimo stand in cui sono stata accolta dal responsabile che mi ha illustrato la filiera produttiva della sua linea unicamente a base di frutta e verdura fresca, assolutamente eco-bio;

-SPA Cosmetics, un altro bello stand israeliano che produce creme a base di sali del Mar Morto;

-Joya, azienda produttrice di referenze professionali per capelli, non eco-bio questa volta;

-EndyMed Medical, stand la cui responsabile mi ha presentato e fatto utilizzare i suoi elettro-medicali d’ultima generazione e tecnologia;

-Jenoris, azienda produttrice di referenze per capelli uniche al mondo a base di Pistacchio;

Al Cosmoprof inoltre era presente altresì Physio Natura, presentando due novità molto singolari. Si tratta di guanti e calzini re-mineralizzanti usa e getta, due nuovi prodotti ideali per la pelle secca e screpolata, nati per regalare un immediata sensazione di benessere, sollievo e freschezza. Proverò la versione calzino, gentilmente omaggiatemi e vi farò sapere cosa ne penso.

Di alcune di queste aziende desidero parlarvi più dettagliatamente in recensioni apposite dei prodotti ricevuti e testati.

Fatemi sapere se siete andate al Cosmoprof quest’anno, se vi è piaciuto e quali aziende avete incontrato.

Sono molto curiosa di scoprire la vostra opinione!

Un bacio,

DebyVany91

 

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo con i tuoi amici! Grazie.





Lasciami un tuo commento



Cosmoprof 2013: la mia esperienza

di DebyVany91 Tempo di lettura: 4 min
18
Make up bio... la natura sulla pelle!